Prestiti a Cattivi Pagatori Senza Cessione del Quinto

Prestiti per Cattivi Pagatori
Prestiti cattivi pagatori online

Trovare dei prestiti per cattivi pagatori senza la cessione del quinto potrebbe essere un'impresa difficile, vediamo dei consigli utili per riuscire a trovare il finanziamento per sé.

Riuscire ad ottenere dei prestiti senza cessione del quinto nel caso in cui si è un cattivo pagatore non è certamente una cosa semplice.

Per i cattivi pagatori la cessione rappresenta, infatti, una soluzione abbastanza sicura per riuscire ad avere un finanziamento in tempi rapidi e con una percentuale di accettazione anche elevata: il TFR e la presenza di uno stipendio sono spesso le migliori garanzie per una banca o una finanziaria.

Non sempre, però, la cessione del quinto è un prestito fattibile: i lavoratori autonomi, ad esempio, non la possono fare.

E’ per questo motivo che spesso si ricorre a delle alternative come i prestiti cambializzati per riuscire ad ottenere un finanziamento per cattivo pagatore.

Prestiti cambializzati, per i cattivi pagatori senza la cessione del quinto

La firma di cambiali rappresenta spesso la soluzione migliore per gli autonomi per ottenere un finanziamento.

La cambiale rappresenta un titolo di credito esecutivo, ovvero facilmente riscuotibile da parte della banca nel caso in cui il debitore non faccia onore ai suoi debiti.

Come riportato nel sito Prestiti Cambializzati 360, inoltre, possiamo vedere due tipologie di garanzie con cambiali:

  1. La prima con una sola cambiale firmata di importo almeno pari alla somma ottenuta
  2. La seconda con tante cambiali quante sono le rate del prestito. In questo caso la singola rata è rappresentata proprio dalla cambiale e, ogni mese, il debitore ne rimborsa una

Tra le due soluzioni quella più usata è la prima, che poi è anche la più conveniente da un punto di vista dei costi accessori del prestito.

Prestito su pegno, veloce e semplice da ottenere

Un’alternativa per i cattivi pagatori è quella del prestito su pegno, ovvero tramite la consegna di uno o più oggetti preziosi presso le agenzie di pegno presenti sul territorio italiano.

La particolarità di questo finanziamento è che non richiede alcun controllo di fattibilità da parte della società che concede il denaro perché c’è la presenza di un oggetto fisico che funge da garanzia.

Con questo prestito l’importo che si può ottenere dipende ovviamente dal valore del bene o dei beni concessi in pegno, i quali sono valutati da esperti dell’istituto a cui ci si rivolge.

Tra gli istituti di credito che con maggior frequenza offrono prestito su pegno vediamo Unicredit Banca e Banca Carige.

Il garante, spesso la miglior soluzione

Per chi è cattivo pagatore spesso il garante è la miglior soluzione per riuscire ad avere accesso al credito.

Questa persona fisica, infatti, è colui (o colei) che garantisce per il rimborso del prestito e si impegna in prima persona a pagare le rate nel caso in cui il debitore principale non provveda.

Può essere un parente, un amico o il coniuge, la cosa fondamentale è che non sia segnalato come cattivo pagatore o come protestato e che rispetti le caratteristiche di un buon garante.

In conclusione

Tirando le conclusioni di questa analisi sui prestiti per cattivi pagatori senza cessione del quinto possiamo dire che non è sicuramente una cosa facile ottenere credito, ma con le giuste garanzie o con la scelta del finanziamento migliore per le proprie caratteristiche, qualche soluzione si può certamente trovare.

Certo è che potrebbe essere necessario girare un po’ e fare delle ricerche approfondite: il punto principale è che le banche preferiscono sempre prestare denaro a chi non ha mai avuto disguidi finanziari.

I prestiti online potrebbero aiutare ed essere la soluzione ideale per le proprie necessità.

 Voto: 4.0 /5  (3 voti)